Fabio Pani

appunti/spunti vari in italiano

Un altro piccolo post-it da appiccicare sotto lo schermo del computer, per ricordarci che è inutile teorizzare l'Innovazione in un Paese popolato da vecchi e ignoranti.

Alla luce delle continue ultime vicende comiche che coinvolgono la classe politica italiana, mi è balzato in mente un ricordo di circa undici anni fa, un tranquillo pomeriggio sprecato e buttato nel cesso.

Milano, 25 novembre 2009. Sono certo della data perché è quella di una foto che scattai dalle parti di piazza Duomo, dove mi ero recato a passeggiare, per sbollire un po'.

Location di tutto rispetto, un prestigioso hotel cinque stelle in pieno centro. Si trattava di una serie di speech destinati ad un pubblico principalmente composto da medici e professionisti della Sanità. Io e alcuni compagni di (s)ventura eravamo invitati a parlare di opportunità tecnologiche offerte dal Software Libero (chiamatelo pure Open Source, se vi aggrada). Non ricordo di che si trattasse di preciso, ma sicuramente eravamo belli carichi: nel nostro mondo arrivavamo da un percorso pionieristico e l'entusiasmo era una componente fondamentale del nostro operare, nelle community e nel lavoro.

E a dire il vero non ricordo nemmeno se riuscimmo a parlare perché, arrivato il nostro turno, la platea aveva inscenato una rissa verbale tra i partecipanti stessi: si insultavano tra loro facendo a gara tra chi aveva più titoli accademici – e, pertanto, più autorizzato a insultare il prossimo.

Era meglio fotografare i piccioni di piazza Duomo, e così feci.


Più in generale, non bisogna sprecare tempo in Italia. Massimo rispetto per chi se ne va a lavorare all'estero.